EPD e sviluppo di nuove PCR

 Dichiarazione ambientale di prodotto, uno strumento di comunicazione dinamico

 

Cos’è

Le dichiarazioni ambientali secondo la norma ISO 14025 (dette di tipo III) non identificano l'eccellenza ambientale dei prodotti/servizi in senso assoluto (come le etichette di tipo 1), ma garantiscono che le informazioni contenute in una dichiarazione ambientale che accompagna il prodotto/servizio (una sorta di carta di identità ambientale) corrispondano alla realtà secondo norme di riferimento specifiche.

Una dichiarazione ambientale di Tipo III è un documento che accompagna la commercializzazione di un prodotto descrivendone le caratteristiche di impatto ambientale in termini di dati quantificati su determinati parametri predefiniti, basati su uno studio di LCA per la categoria di prodotto in esame.

Il programma ambientale EPD (Environmental Product Declaration) è una delle iniziative internazionali di maggior successo nel panorama della dichiarazioni ambientali di tipo III. La dichiarazione ambientale EDP si basa sul rispetto di specifici requisiti di prodotto, le cosidette PCR (Product Category Rules), le quali contengono requisiti dettagliati e rigorosi per preparare la EPD di uno specifico prodotto e soprattutto rendono possibile il confronto tra dichiarazioni di prodotti analoghi.

Il programma EPD è applicabile a tutti i prodotti o servizi classificati in gruppi ben definiti.

Nel caso in cui non esistessero le PCR per il prodotto che si desidera considerare è possibile promuovere un processo per la redazione di nuove PCR secondo quanto stabilito dal sistema internazionale EPD.

Perché

  • E’ uno strumento dinamico e flessibile di comunicazione, poiché consente alle aziende di informare il mercato sui miglioramenti continui delle prestazioni ambientali dei loro prodotti e servizi;
  • Fornisce la base per un corretto confronto di prodotti analoghi in funzione delle loro prestazioni ambientali;
  • Rappresenta un input per Strumenti e Sistemi di Gestione Ambientale, permettono di identificare le funzioni ambientali significative, fornendo così input per il processo di miglioramento continuo.
  • E’ una dichiarazione valida in tutti i mercati nazionali ed internazionali.
  • Facilita lo scambio di informazioni ambientali (ad esempio: per il GPP – Green Public Procurement, o appalti pubblici verdi, per la valutazione del fornitore)