Agenda 21 Locale

Costruire insieme uno sviluppo locale sostenibile

Cos'è?

Le richieste sempre più pressanti di una migliore qualità della vita spingono a cercare nello sviluppo sostenibile la chiave per poter soddisfare le complesse esigenze del presente, senza compromettere per le generazioni future la possibilità di soddisfare i propri bisogni.
Per ottenere questo è essenziale promuovere politiche coerenti con i principi enunciati in Agenda 21 dalla Conferenza ONU per l’Ambiente e lo Sviluppo (Rio de Janeiro - Brasile, 1992).
Perseguire la sostenibilità locale presuppone anche la definizione di strategie oculate, delineate caso per caso; è infatti impossibile adottare politiche identiche in tutte le realtà locali.
Ogni realtà è diversa per dimensione, cultura, risorse e deve quindi trovare da sé la propria migliore vocazione ambientale, attingendo alla propria storia e dotandosi di strumenti adeguati a risolvere i problemi specifici del proprio contesto.
Agenda 21, proprio in considerazione delle peculiarità di ogni singola comunità, invita le autorità locali di tutto il mondo a dotarsi di una propria Agenda 21 Locale.
Agenda 21 Locale, dunque, non è un prodotto, ma piuttosto un processo. Essa è quel percorso che nasce da una scelta volontaria e condivisa fra più attori locali al fine di esplicare e condividere obiettivi e verificarne la desiderabilità e fattibilità, per poi tradurli in una strategia integrata articolata in linee d'azione concrete.
Il percorso di Agenda 21 Locale conduce i contesti che le adottano a perseguire obiettivi condivisi di sviluppo locale sostenibile, grazie al coinvolgimento attivo e volontario di tutti i soggetti interessati (attori economici e sociali, cittadini singoli, associazioni non-profit, ecc).



Perché?

La realizzazione di un progetto di Agenda 21 Locale diventa sempre più un obiettivo strategico per l’intera comunità locale e in particolare per l’Amministrazione Pubblica che se ne fa promotrice.
Il percorso prevede lo sviluppo di una serie di azioni, che vanno dall’analisi preliminare alla definizione di obiettivi, dall’individuazione delle strategie alla formulazione delle azioni da intraprendere. Tutte queste azioni portano necessariamente al coinvolgimento attivo di numerosi soggetti sul territorio e consentono di sviluppare una notevole capacità di gestione dei processi e delle relazioni su tutto il territorio.
Il risultato atteso che deriva da un progetto di Agenda 21 Locale è la formulazione di un Piano d’Azione Locale, che riassume in disegno strategico articolato e dinamico le prospettive di sviluppo locale in termini economici, ambientali e sociali.
Il Piano d’Azione Locale diventa è uno strumento di pianificazione efficace che può essere integrato con gli altri strumenti di gestione territoriale. Esso è il documento di riferimento per l'avvio di un percorso consapevole e condiviso di miglioramento della qualità della vita, dove si integrano e si sviluppano sinergicamente azioni promosse e direttamente attivate dall'autorità locale ed azioni e programmi avviati su base volontaria da attori sociali ed economici, secondo principi di cooperazione e di integrazione.